Somministrazione

La Legge regionale 29 novembre 2006 n. 21 recante la "Disciplina dello svolgimento delle attività di somministrazione di alimenti e bevande", in forza della quale non hanno più applicazione le norme statali in materia: Legge 25 agosto 1991, n. 287 e articolo 2 della Legge 5 gennaio 1996, n. 25, stabilisce ai sensi dell'art. 5 comma 1 che i Comuni determinino i criteri per lo sviluppo degli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande, indicando, anche per singole zone del territorio comunale, le condizioni per il rilascio di nuove autorizzazioni, ivi comprese quelle a carattere stagionale, e di quelle relative al trasferimento di sede degli esercizi esistenti, nel rispetto degli indirizzi regionali di cui all'articolo 4, comma 1 della Legge regionale medesima.

In coerenza con gli indirizzi fissati dalla Giunta regionale con Deliberazione 25 luglio 2007, n. 563,  e con il Regolamento Regionale 19 gennaio 2009, n. 1 il Dipartimento ha predisposto una disciplina per l'apertura di nuove attività di somministrazione di alimenti e bevande basata sul possesso di determinati requisiti strutturali e criteri di qualità. 

Il Consiglio Comunale ha approvato suddetta regolamentazione con la Delibera n. 35 del 16 marzo 2010.

News precedenteInterventi di repressione abusivismo commerciale via Nazionale
Prossima newsAbusivismo commerciale viale Regina Elena